Sali a Baita   Do Re Mi
Fa
Sol
 


Di quel
che passa
si scrive,
si canta,
si balla.

Di quel
che resta
ci bastan
gli occhi.

 

14.4.11

 
25 Aprile.

Oltre il vetro della veranda c'è quel mondo che si scalda. L'alluce tocca il bordo fresco ed io mi ritraggo e proteggo. Il blu è intenso senza nemmeno un soffio di vento. La mia nota incapacità di aggrapparsi alla sottrazione dei ricordi continua ad oscillarmi dentro. Ma so con certezza che anche allora era un giorno di festa: forse estate ma ancor meglio tarda primavera.
Corteggiava con eleganza una maglietta cosparsa di cielo. Tutto attorno l'aria nei palloncini solleticava il colore della brezza mattutina omaggiandola di vita.

Ad un tratto,
scostumato,
senza preavviso,
maleducato da appuntamento,
nulla sull'agenda
tremò la mia terra.

Non uomo raccoglie in tutta esistenza la parola adatta. Non evento al mondo corrisponde alla giusta sensazione. Il tutto si ferma, si ordina il caos, ricordi un avvenire.
Un solo sguardo smeraldo, un lieve accenno di infinito. Lei ed io.

Fuoco, sale, sangue e mare da scalare.
Ogn'alba una battaglia, un inno alla vita, una gioia cesellata.
Allo spuntare della stella polare s'incastran le note e ritorna la pace.


"...ecco un pò d'agitazione per chi non crede mai:
se credi che non nascondano niente, allora niente è divertente..."




T'amo
nel profumo cadente
che bacia la prima goccia
sul caldo d'asfalto.



#


Link a questo post:

Crea un link



<< Home page

 

 

 
   


Pixel stretti:


   


Questo è
l'ultimo
inchiostro
mercantile
fresco di
sale e rime.


Qui ultimamente
sto in compagnia
di bella gente.

 

carta

Quest'altro
invece
è a spasso
per Santiago
con le prime
piume.



Il Pallone,
se sei così vecchio,
ora l'avresti perso.

Fortuna che,
come niente,
ora è tornato
tranquillo come sempre.

Se spulci
attento
già c'è l'eco
archiviato
di quel che ero.

Comunque
di certo
rimane solo
lo Sghembo,
ed è questo:

Home.

     
    Cerca che ti passa  
   
Vi lascio la punteggiatura, ma non nel mezzo: quello e' tutto fra la mia testa ed il blu.
Percio', nel caso vi piaccia per gloria o pecunia, almeno un grazie o una mancia rauca.
 
   
creativo