Sali a Baita   Do Re Mi
Fa
Sol
 


Di quel
che passa
si scrive,
si canta,
si balla.

Di quel
che resta
ci bastan
gli occhi.

 

4.8.10

 
Rotelle a duecento lire.

Di cosa vuoi che rimi?
Di quale perchè vuoi che ti racconti?
Tanto sai sempre tu
cosa vuoi che me ne assomigli?
Singhiozzi, vai a colpi, pretendi e non chiedi
di cosa vuoi che perda?


Scichità
tling e tang
guarda com'è alta la montagna
quando non sai nuotare
paletta e secchiello
per scavarmi un po'
m'imbuco con francobollo paypal
bonificami sti pixel va'
che 'l vento fugge
e io non gli sto dietro.


Al fubalino
si giocava per fighi
gli altri al tamtam
o dietro al ping pong
che eran le prime
palle tagliate
ce ne sarebbero state poi.


Eppure già fotocopiavo
il mio articolo al megafono
ed il mio bacio al cioccolato
tormentato fra i Righeira
ed i brufoli alpini
non darmi i pugni
son bocia molta
ma quieto.


Si lo so che sai
sai tutto te
alurà desdes
o sommo
che c'ho
d'allungarmi
il tramonto.

#


Link a questo post:

Crea un link



<< Home page

 

 

 
   


Pixel stretti:


   


Questo è
l'ultimo
inchiostro
mercantile
fresco di
sale e rime.


Qui ultimamente
sto in compagnia
di bella gente.

 

carta

Quest'altro
invece
è a spasso
per Santiago
con le prime
piume.



Il Pallone,
se sei così vecchio,
ora l'avresti perso.

Fortuna che,
come niente,
ora è tornato
tranquillo come sempre.

Se spulci
attento
già c'è l'eco
archiviato
di quel che ero.

Comunque
di certo
rimane solo
lo Sghembo,
ed è questo:

Home.

     
    Cerca che ti passa  
   
Vi lascio la punteggiatura, ma non nel mezzo: quello e' tutto fra la mia testa ed il blu.
Percio', nel caso vi piaccia per gloria o pecunia, almeno un grazie o una mancia rauca.
 
   
creativo