Sali a Baita   Do Re Mi
Fa
Sol
 


Di quel
che passa
si scrive,
si canta,
si balla.

Di quel
che resta
ci bastan
gli occhi.

 

9.10.09

 
Un lungo messo per contare che il sentimento superiore
non si può nè dedicare nè retribuire con le parole
poichè il più bel arcobaleno s'ammira quando piove
e si sconfigge con la brezza.

Detta premessa, ecco il titolo di questa:

a Cinzia.

No,
non è la stessa cosa,
che me la rigira in testa la domanda
fra fortuna o destino
e non lo dico a nessuno
dovrei solo fermarmi
respirare forte
e togliermela da dentro
questa parte tua di me

il bisogno d'avere il tuo bisogno

e non passa un sole che s'alza
una mattina che scalda
senza il tuo vestirmi
senza le tue mani
senza la voglia
di dare un senso al domani.

E se ci fosse
almeno un passo
insieme
forse riuscirei a rimettere
le rime nel modo che sanno
per dirti
che senza anche solo un po' di Blu
qui il cielo non sarebbe lo stesso.

Vale la scommessa
d'una fortuna che non conosco.

In qualche mondo
quando parte un ritornello alto
c'è un bimbo che aspetta
un giorno o presto l'altro
oltre i morsi ed i palloncini a fiori
ma
io
non so ancora
come brillarti
senza prima
scardinarti

io
so
solo
il
mio
amarti.

#


Link a questo post:

Crea un link



<< Home page

 

 

 
   


Pixel stretti:


   


Questo è
l'ultimo
inchiostro
mercantile
fresco di
sale e rime.


Qui ultimamente
sto in compagnia
di bella gente.

 

carta

Quest'altro
invece
è a spasso
per Santiago
con le prime
piume.



Il Pallone,
se sei così vecchio,
ora l'avresti perso.

Fortuna che,
come niente,
ora è tornato
tranquillo come sempre.

Se spulci
attento
già c'è l'eco
archiviato
di quel che ero.

Comunque
di certo
rimane solo
lo Sghembo,
ed è questo:

Home.

     
    Cerca che ti passa  
   
Vi lascio la punteggiatura, ma non nel mezzo: quello e' tutto fra la mia testa ed il blu.
Percio', nel caso vi piaccia per gloria o pecunia, almeno un grazie o una mancia rauca.
 
   
creativo