Sali a Baita   Do Re Mi
Fa
Sol
 


Di quel
che passa
si scrive,
si canta,
si balla.

Di quel
che resta
ci bastan
gli occhi.

 

6.4.06

 
Bussolotti.

Metallico peperoncino assonnato
tieni la botta che fra poco cambia la rotta
ogni cosa è un movimento ad onda
prima rilascia e poi ritorna:
qui sbiascicano parole all'un l'altro
mentre tutto va a scatafascio.

Assolami con un una chitarra grunge
un bel giro che mi porti lontano
e stacchi la spina al diserbante umano
che dovrò reggere fino al party lunge
quando la notte del primo in settimana
sarà un' inutile festa Annunziata:

buona per chi s'accontenta d'eroi,
rossa di rabbia alla meno peggio
compagna democratica sacrificata da buoi
ed anestetica d'un altro lustro di scempio.

#


Link a questo post:

Crea un link



<< Home page

 

 

 
   


Pixel stretti:


   


Questo è
l'ultimo
inchiostro
mercantile
fresco di
sale e rime.


Qui ultimamente
sto in compagnia
di bella gente.

 

carta

Quest'altro
invece
è a spasso
per Santiago
con le prime
piume.



Il Pallone,
se sei così vecchio,
ora l'avresti perso.

Fortuna che,
come niente,
ora è tornato
tranquillo come sempre.

Se spulci
attento
già c'è l'eco
archiviato
di quel che ero.

Comunque
di certo
rimane solo
lo Sghembo,
ed è questo:

Home.

     
    Cerca che ti passa  
   
Vi lascio la punteggiatura, ma non nel mezzo: quello e' tutto fra la mia testa ed il blu.
Percio', nel caso vi piaccia per gloria o pecunia, almeno un grazie o una mancia rauca.
 
   
creativo