Sali a Baita   Do Re Mi
Fa
Sol
 


Di quel
che passa
si scrive,
si canta,
si balla.

Di quel
che resta
ci bastan
gli occhi.

 

12.10.04

 
A little bit.

E' partito che cantava a cuore alto
braccio in alto con il sole stretto
per un ritorno profumato di legno
ed il ricordo cucito nel lenzuolo avvolto.

Se questo è il tuo miglior indovino
caro il mio trino qui non mi scandaglio
preferisco un altro laccio al cruccio
che un nuovo sermone da coprifuoco.

Dì solo al tuo figliolo spinato
che poteva amarlo un po' di più
questo tondo
solo amarlo un po' di più
quest'uomo
un po' di più.

Adesso non farmi l'incensiere
tu e la tua faccia da eterno carceriere
fammi almeno questo piacere
resta zitto e caprino
difronte al tuo specchio assassino.

Se questo è il tuo macello di business
il tuo sommo occhio lungo ha fallito
preferisco cicatrizzarmi di vino
che farmi un puttaniere di false promesse.

Dì solo al tuo figliolo spinato
che poteva amarlo un po' di più
questo tondo
solo amarlo un po' di più
quest'uomo
un po' di più.



#


Link a questo post:

Crea un link



<< Home page

 

 

 
   


Pixel stretti:


   


Questo è
l'ultimo
inchiostro
mercantile
fresco di
sale e rime.


Qui ultimamente
sto in compagnia
di bella gente.

 

carta

Quest'altro
invece
è a spasso
per Santiago
con le prime
piume.



Il Pallone,
se sei così vecchio,
ora l'avresti perso.

Fortuna che,
come niente,
ora è tornato
tranquillo come sempre.

Se spulci
attento
già c'è l'eco
archiviato
di quel che ero.

Comunque
di certo
rimane solo
lo Sghembo,
ed è questo:

Home.

     
    Cerca che ti passa  
   
Vi lascio la punteggiatura, ma non nel mezzo: quello e' tutto fra la mia testa ed il blu.
Percio', nel caso vi piaccia per gloria o pecunia, almeno un grazie o una mancia rauca.
 
   
creativo