Sali a Baita   Do Re Mi
Fa
Sol
 


Di quel
che passa
si scrive,
si canta,
si balla.

Di quel
che resta
ci bastan
gli occhi.

 

3.6.04

 
Alla ricerca del bacio perfetto.


...Il tuo bacio è come un blog
che mi fonde i permalink
tu fai muovere il mio mouse
come fosse un token-ring...


N'apostrofo col succhiotto.Il bacio perfetto lo si crea e lo si scarta il tempo d'un fiato messo tra le labbra.
Inumidato e phonato va lisciato col benzene ma colto al volo, rapido e indolore prima che si sciolga al sole.
Sarà per questo che parlando di conigli e pazzi al salmì ti vien difficile esporsi per mostrarlo nel pratico questo contatto in quattro labbra da quattro quarti ravvicinate.
Mica è facile realizzarlo davanti agli astanti, il bacio.
Perfetto dev'essere indi implica sforzo, concentrazione e sudorazione.
Non è background da benessere ne da ceto sociale o predisposizione genetica: esso è dunque solo continua e continua ricerca.
Sul campo, sui fianchi, nei lobi delle orecchie, piccole e in ascolto, si prova si prova fino ad arrivare al contatto giusto un po' più rosso carne fra pelle rosa.
E quando avviene, nove su dieci, succede sempre improvviso ed inatteso.
L'ultimo della decina che non resta sopra osserva e stupisce nel vedere come un semplice contatto porti ad umidificare tutto il resto e sconvolga due persone strappandone anima e vestiti di dosso.
Si evince quel che è di illogica natura: un bacio perfetto scombussola non una ma due esistenze imperfette.
Le congiunge, le insimbiosa e ne fa essere uniche in essenza.
Quindi, nel mentre, ecco che entrate in ballo voi senza saperlo nemmeno una riga prima.
Mettetevi lì, vi prego, e ricercate.
Spiego.
Vorrei l'intera vostra partecipazione.
Mollate lo schermo e umidificatevi al volo che la ricerca è preziosa e non si può sprecare manco un momento.
Fatelo ora, presto: con il vicino di scrivania, con quella dietro di voi che scruta curiosa lo schermo, col vostro capo, con chi vi passa accanto o in mancanza d'altra gente fatelo con voi stessi allo specchio.
Avete capito benissimo: baciatevi.
Dai su, quante storie.
Se non siete ancora pronti per offrire le vostre labbra alla ricerca lasciate il campo pratico e divenite teorici del bacio contribuendo alla fredda statistica e rispondendo alla domanda qui sotto:

dovreste darlo adesso,
quale sarebbe la più vicina persona al vostro corpo,
cavia ignara immolata alla scienza,
che riceverebbe in dono un bacio per la causa perfetta?


Avanti con i commenti.

*Diffondi l'esperimento sul tuo blog incubando l'esito nei commenti per almeno 24 ore.
Al termine dell'indagine redigi una breve statistica ed invia i risultati ai nostri laboratori di analisi.
La ricerca non presenta controindicazioni.
Avvertenza: possono raramente verificarsi isolati ceffoni provenienti da soggetti femminili che non comprendano a pieno la spiritualità dell' esperimento.
In tal caso sarà vostra premura rispiegare le finalità altamente scientifiche della causa e ritentare più volte in attesa di miglior sorte.


#


Link a questo post:

Crea un link



<< Home page

 

 

 
   


Pixel stretti:


   


Questo è
l'ultimo
inchiostro
mercantile
fresco di
sale e rime.


Qui ultimamente
sto in compagnia
di bella gente.

 

carta

Quest'altro
invece
è a spasso
per Santiago
con le prime
piume.



Il Pallone,
se sei così vecchio,
ora l'avresti perso.

Fortuna che,
come niente,
ora è tornato
tranquillo come sempre.

Se spulci
attento
già c'è l'eco
archiviato
di quel che ero.

Comunque
di certo
rimane solo
lo Sghembo,
ed è questo:

Home.

     
    Cerca che ti passa  
   
Vi lascio la punteggiatura, ma non nel mezzo: quello e' tutto fra la mia testa ed il blu.
Percio', nel caso vi piaccia per gloria o pecunia, almeno un grazie o una mancia rauca.
 
   
creativo